ServiziMenu principaleHome

I cicli di chemioterapia

La frequenza della chemioterapia dipende dal tipo di farmaci usati, dall’utilizzo di uno o più farmaci in combinazione e dal dosaggio. A seconda del tipo di chemioterapia, la frequenza con la quale vengono pianificate le cure può cambiare, ma viene sempre stabilita in modo da garantire il miglior risultato con il minimo di effetti collaterali.

Cosa si intende per ciclo di chemioterapia

Un trattamento chemioterapico è costituito da più cicli, composti a loro volta da un numero variabile di sedute, intervallati da un periodo di pausa (da 7 fino a più di 28 giorni). Quindi, nei tre/sei mesi che costituiscono la fase di trattamento, si effettuano in genere un massimo di 6-8 cicli in caso di risposta. In alcune circostanze e con alcuni farmaci, la chemioterapia può essere proseguita anche oltre questo termine sotto forma di terapia cosiddetta “di mantenimento”. Durante la pausa dalle cure, le cellule e i tessuti normali si riprendono dai possibili danni causati dai farmaci. Ogni ciclo dura uno o più giorni ed è seguito da un periodo di riposo. Il numero totale di sedute dipende dalla risposta del tumore alla terapia.

Le modifiche al piano di trattamento

L’oncologo valuta costantemente gli effetti del trattamento attraverso una serie di controlli periodici (visita, esami del sangue e delle urine, esami strumentali come ad esempio ecografia, TAC, Risonanza Magnetica o PET). Se le dimensioni del tumore risultano ridotte o stabili, la terapia è considerata efficace; in caso contrario, è necessario modificare il piano di trattamento e considerare la possibilità della somministrazione di altri farmaci. Anche la comparsa di effetti collaterali particolari a carico di alcuni organi (tra cui midollo osseo, reni, fegato, nervi periferici) può richiedere la modifica del piano di trattamento. Talvolta può essere necessario differire la terapia per permettere al midollo osseo, temporaneamente reso inattivo dalla chemioterapia, di recuperare la propria attività.

AIOM - Via Enrico Nöe, 23 - 20133 - Milano - tel. +39 02 70630279

© AIOM. Tutti i diritti riservati. P. I. 11957150151