ServiziMenu principaleHome
Home  /  Pazienti  /  Iniziative ed eventi pubblici  /  Immuno-Oncology Academy  /  Immuno-Oncologia  /  Immuno-oncologia: come stimolare il sistema immunitario

Immuno-oncologia: come stimolare il sistema immunitario

Il sistema immunitario può essere stimolato dall’esterno a reagire con maggior forza contro malattie gravi, come possono essere i tumori. Questa nuova frontiera della medicina prende il nome di immuno-oncologia e rappresenta un nuovo strumento terapeutico che si affianca ad altre armi classiche, impiegate finora nella lotta contro il cancro: chirurgia, chemioterapia, radioterapia. Esistono anche le cosiddette terapie a bersaglio molecolare, arrivate in un secondo momento, ma che concettualmente sono sempre farmaci che agiscono contro le cellule tumorali. L’immuno-oncologia, invece, rappresenta un approccio totalmente diverso e ha alla base proprio il concetto di combattere la malattia grazie alla stimolazione del sistema immunitario.

In altre parole, il processo naturale prevede che, alla presenza di un agente estraneo come un batterio o un virus, il nostro “sistema di sorveglianza” venga attivato. Questo per espellere o rendere innocuo il nemico. 

Una volta vinta la battaglia, il sistema immunitario torna in “standby”. Purtroppo, nel caso dei tumori, le cellule impazzite attivano alcuni stratagemmi per eludere questo controllo: il sistema si spegne ma riescono comunque a replicarsi. L’immuno-oncologia è in grado di bloccare questo meccanismo, ovviamente dannoso per il corpo, mantenendo alto il livello di allerta: le nostre barriere protettive possono così combattere il tumore. Attenzione però: l’immuno-oncologia, detta anche immuno-oncoterapia, non è da confondere con l’immunoterapia classica, utilizzata per le malattie autoimmuni, come artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, sclerosi multipla, psoriasi ecc. 

L’immuno-oncologia si unisce quindi alla chirurgia, alla chemioterapia e alla radioterapia quale importante opzione terapeutica per i pazienti oncologici. Diversi studi hanno valutato farmaci immuno-oncologici nel trattamento di vari tipi di tumore, tra cui il melanoma, il cancro del polmone, del rene e della prostata. Queste ricerche evidenziano una riduzione della massa tumorale, ma soprattutto un aumento della sopravvivenza, che possono essere superiori a quanto generalmente osservato con la chemioterapia, quando questa risulta efficace.

AIOM - Via Enrico Nöe, 23 - 20133 - Milano - tel. +39 02 70630279

© AIOM. Tutti i diritti riservati. P. I. 11957150151