ServiziMenu principaleHome
Home  /  Professionisti  /  Notiziario AIOM  /  'Mancano dati. Il mio consiglio? Non fumate'

'Mancano dati. Il mio consiglio? Non fumate'

Intervista a Carmine Pinto, presidente dell'Associazione Italiana di Oncologia Medica

Da CORRIERE DELLA SERA del 21-4-2017

«In merito alla sentenza del Tribunale di Ivrea, un primo commento è che oggi non abbiamo sufficienti elementi che dimostrino che campi elettromagnetici a basse dosi prodotti nella telefonia mobile producano un incremento di tumori maligni dell'encefalo». È netto il giudizio di Carmine Pinto, presidente nazionale dell'Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom).

Professore, come si può dimostrare che un agente è cancerogeno?
«L'Agenzia internazionale deputata, la Iarc di Lione, per riconoscere la cancerogenicità certa o probabile di prodotti chimici o di elementi fisici richiede non solo, come in questo caso, test di mutagenesi su linee cellulari, ma anche dati su animali ed epidemiologici. Oggi non abbiamo studi adeguati che sostengano questo rapporto di cancerogenicità. Il rapporto tra scienza e giustizia deve essere conseguente e mai sostitutivo. Posizioni ideologiche al di là delle conoscenze producono sempre confusione e disinformazione».

Che cosa possiamo fare per difenderci dai tumori?
«Smettere di fumare, e in quest'ambito non abbassare la guardia visto che adolescenti e donne non abbandonano il tabagismo. E vaccinarsi, per esempio contro il Papillomavirus e il virus dell'epatite B. Queste azioni fanno scendere il rischio di ammalarsi di cancro».

L.Cu.

AIOM - Via Enrico Nöe, 23 - 20133 - Milano - tel. +39 02 70630279

© AIOM. Tutti i diritti riservati. P. I. 11957150151