ServiziMenu principaleHome
Home  /  Professionisti  /  Notiziario AIOM  /  Epatite C, farmaco per 80mila pazienti 'Ora costa meno'

Epatite C, farmaco per 80mila pazienti 'Ora costa meno'

Da la Repubblica del 9-3-2017

ROMA. La cura dell'epatite C per 80mila malati all'anno grazie ai prezzi più bassi strappati nei nuovi accordi con l'industria. Aifa, Agenzia del farmaco, sta chiudendo la partita dei medicinali che sbaragliano la diffusissima infezione e ieri ha comunicato i nuovi criteri per arruolare i pazienti. Avrà la terapia non solo chi ha un'infezione in fase molto avanzata, come avveniva fino ad ora, ma quasi tutti i sieropositivi, compresi operatori sanitari e chi ha anche altre malattie importanti. Può così partire il piano del direttore generale di Aifa, Mario Melazzini, per eradicare la malattia. Si conta nei prossimi tre anni di trattare appunto 80mila pazienti l'anno grazie a uno stanziamento totale del governo di un miliardo e mezzo di euro. Fino ad oggi in due anni si sono trattate circa 65mila persone. Melazzini mira a raggiungere l'obiettivo senza i due farmaci per ora più utilizzati, Sovaldi e Harvoni di Gilead. Dopo aver trattato con l'industria per giorni per ridurre i prezzi, infatti, ha deciso di metterli in fascia C, cioè tra le medicine non rimborsabili.

(Michele Bocci)

AIOM - Via Enrico Nöe, 23 - 20133 - Milano - tel. +39 02 70630279

© AIOM. Tutti i diritti riservati. P. I. 11957150151