ServiziMenu principaleHome
Home  /  Professionisti  /  Notiziario AIOM  /  Lo stato d’ansia nel paziente oncologico

Lo stato d’ansia nel paziente oncologico

Nell'ambito delle terapie di supporto e adiuvanti trova un ruolo assolutamente rilevante il prendersi cura del paziente nella globalità del suo vissuto. Nel vissuto della malattia dalla diagnosi passando alle diverse terapie e alla fase terminale di malattia ma anche nel caso della guarigione (survivors), l'ansia, la preoccupazione, la paura del presente e del futuro rappresentano un quadro clinico-sintomatologico molto frequente nel paziente oncologico. Si prenda solo come esempio l'ansia e la paura che molti pazienti presentano da diversi giorni prima della rivalutazione della malattia o nei giorni seguenti e la rivalutazione dovesse evidenziare un peggioramento della malattia ("SCANXIETY"). La presente review descrive le varie tipologie di ansia e le varie motivazioni che portano all'ansia nel paziente oncologico. Ma descrive anche le principali modalità terapeutiche farmacologiche e non farmacologiche che sono state sperimentate per affrontare questo importante e frequente problema clinico.


Gleneara E. Bates, MS, MSW; Jadmin L. Mostel, BS; Mary Hesdorffer, MS, NP

Jama Oncology, March 30, 2017

Link all'abstract

 

Cancer-Related Anxiety

AIOM - Via Enrico Nöe, 23 - 20133 - Milano - tel. +39 02 70630279

© AIOM. Tutti i diritti riservati. P. I. 11957150151