ServiziMenu principaleHome
Home  /  Professionisti  /  Notiziario AIOM  /  Fumo, martedì la stretta divieti anche all'aperto

Fumo, martedì la stretta divieti anche all'aperto Contenuto nell'archivio del 2016

Divieto esteso alle parti esterne di ospedali e cliniche universitarie

Da IL SECOLO XIX del 29 gennaio 2016

Vita più difficile per i circa 11 milioni di fumatori italiani. A partire dal 2 febbraio, per effetto di due distinti provvedimenti, entrano in vigore diverse novità che da un lato ampliano il numero dei divieti e dall'altro introducono norme più stringenti per la vendita delle sigarette. Anche quelle elettroniche.

Le norme
Sono due le norme che, a partire tra pochi giorni, contribuiranno a far cambiare abitudini a molti italiani. La prima è un decreto legislativo che recepisce una direttiva europea che si occupa della "presentazione" e della vendita dei prodotti del tabacco. La seconda è la legge sulla Green economy che, tra le varie cose, introduce pesanti multe per chi, ad esempio, getta un mozzicone per strada.

Immagini choc
Una delle novità più importanti, riguarda l'introduzione sui pacchetti di sigarette di immagini choc che riproducono gli effetti del fumo sulla salute. Le immagini avranno ampio risalto sul pacchetto di sigarette visto che ricopriranno il 65% della confezione e non più il 30-40%.

Nuovi divieti
Oltre a recepire la normativa europea, il governo ha deciso di introdurre ulteriori divieti. Tra questi, quello di fumare in auto in presenza di minori e di donne in gravidanza. In alcuni luoghi, inoltre, sarà vietato accendersi una sigaretta anche all'aperto. Non sarà più possibile fumare, infatti, nelle pertinenze esterne degli ospedali, delle strutture universitarie ospedaliere, nei presidi ospedalieri, negli Ircs pediatrici. Particolare attenzione sarà posta su chi fuma nelle pertinenze esterne dei reparti di ginecologia e ostetricia, neonatologia e pediatria.

Le multe
Pesanti sanzioni, invece, per chi vende sigarette a minori con multe che passano da 500 a 3 mila euro. Introdotta, inoltre, anche la possibilità di sospendere all'esercente la licenza per un periodo di 15 giorni ma è prevista anche la chiusura dell'attività commerciale. Partirà sempre dal 2 febbraio la nuova sanzione, che va da 30 a 300 euro, che colpirà chi getta per terra un mozzicone di sigaretta.

Di Carlo Gravina
gravina@ilsecoloxix.it


I numeri:

6 milioni le vittime ogni anno nel mondo causate dal fumo
83.000 i morti ogni anno in Italia
10,9 milioni i fumatori in Italia (di cui 6,3 uomini e 4,6 donne)
Studenti primi anni delle superiori: 23,4% si dichiarano fumatori. Di questi, al 63,9% l'esercente non ha rifiutato la vendita delle sigarette

LE NOVITA’ DELLE LEGGI

Immagini choc: Sigarette, tabacco da arrotolare e tabacco per pipa ad acqua avranno le nuove avvertenze combinate relative alla salute composte da testo, fotografie e immagini forti. Le avvertenze occuperanno il 65% del fronte e del retro del pacchetto e non più solo il 30-40%

Pacchetti: Aboliti i pacchetti da 10 sigarette e le confezioni di tabacco da arrotolare contenenti meno di 30 grammi di tabacco

Divieti: Divieto di vendita ai minori di sigarette elettroniche con presenza di nicotina, divieto di fumo in autoveicoli in presenza di minori e donne in gravidanza e inasprimento delle sanzioni per la vendita ai minori fino alla revoca della licenza.
Sarà vietato fumare anche all'aperto, nelle pertinenze esterne delle strutture universitarie ospedaliere e nei presidi ospedalieri

Additivi
Vietato l'uso di additivi (mentolo, vaniglia, erbe, spezie) per rendere più attrattivo il prodotto

Pubblicità
E' vietata la pubblicità di liquidi o ricariche per sigarette elettroniche contenenti nicotina che sia trasmessa all'interno di programmi rivolti ai minori e nei quindici minuti precedenti e successivi alla trasmissione degli stessi in televisione nella fascia oraria dalle 16 alle 19

Vendita online
Vietata la vendita on line transfrontaliera di prodotti del tabacco e sigarette elettroniche

Sanzioni
Le multe per la vendita ai minori passano da 500 a 3.000 euro. prevista anche la sospensione e la chiusura dell'attività commerciale. per chi getta un mozzicone a terra, sanzione dal 30 a 300 euro.

AIOM - Via Enrico Nöe, 23 - 20133 - Milano - tel. +39 02 70630279

© AIOM. Tutti i diritti riservati. P. I. 11957150151