ServiziMenu principaleHome
Home  /  Professionisti  /  Notiziario AIOM  /  Adolescenti e fumatori: un triste record

Adolescenti e fumatori: un triste record Contenuto nell'archivio del 2016

Italia prima in Ue

Da CORRIERE DELLA SERA del 21-9-2016

Qualcosa deve essere andato male nelle nostre campagne antifumo se i risultati sono questi: secondo una recente indagine del Centro Europeo per il monitoraggio delle dipendenze (Espad) il 21% dei ragazzi italiani prima dei 13 anni ha già provato a fumare e il 4% fuma regolarmente. La diffusione del tabagismo negli adolescenti fino ai 15-16 anni raggiunge una percentuale tra le più alte di tutta Europa, il 37%.Il nostro Paese, malgrado i grandi sforzi fatti e una norma innovativa e antesignana come fu la legge Sirchia,va male anzi malissimo, sia in assoluto che rispetto agli altri Paesi europei. Non sono bastate le campagne di informazione, gli interventi nelle scuole, i pacchetti di sigarette con le immagini forti e gli avvisi di pericolo. D'altra parte basta osservare i nostri ragazzi per rendersi conto che il problema è reale. Per noi medici è una sconfitta. Sarà bene riflettere su cosa fare per la salute dei giovani e sul futuro di un sistema sanitario che rischia di crollare sotto il peso di una prevenzione fallita.

Di Sergio Harari
sharari@hotmail.it

AIOM - Via Enrico Nöe, 23 - 20133 - Milano - tel. +39 02 70630279

© AIOM. Tutti i diritti riservati. P. I. 11957150151