ServiziMenu principaleHome
Home  /  Professionisti  /  Notiziario AIOM  /  Oms, speranza di vita nel mondo registra 5 anni in più tra 2000 e 2015

Oms, speranza di vita nel mondo registra 5 anni in più tra 2000 e 2015 Contenuto nell'archivio del 2016

Tra 2000 e 2015, ma restano grandi divari tra Paesi

Da ANSA del 19-5-2016

La speranza di vita è aumentata di cinque anni tra il 2000 e il 2015 nel mondo, l'aumento più rapido dal 1960, rivela l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) che ha reso note oggi a Ginevra le Statistiche sanitarie mondiali. Tali progressi invertono la tendenza al ribasso osservata negli anni '90, in particolare in Africa a causa della epidemia d'aids e in Europa orientale dopo il crollo dell'Unione Sovietica. Tuttavia - sottolinea l'Oms in un comunicato - restano grandi divari.

Su scala mondiale, l'aspettativa di vita per un bambino nato nel 2015 era 71,4 anni (73,8 per le femmine e 69,1 anni per i maschi), ma con divari importanti: l'aspettativa di vita media per un bambino nato in un gruppo di 29 paesi - tutti ad alto reddito - è di 80 anni o più, mentre i neonati di un gruppo di 22 paesi - tutti nell' Africa sub-sahariana - è inferiore a 60 anni. Le donne nate in Giappone, con una vita media di 86,8 anni, sono gli esseri umani che possono sperare di vivere piu' a lungo, mentre per gli uomini è la Svizzera che registra l'aspettativa di vita piu' lunga e pari a 81,3 anni. All'alto estremo, figura la Sierra Leone con la speranza di vita piu' bassa per entrambi i sessi: 50,8 anni per le donne e 49,3 anni per gli uomini. In Italia, la speranza di vita alla nascita è di 80,5 anni per gli uomini e di 84.8 per le donne.

Globalmente negli ultimi anni, l'aumento piu' consistente della speranza di vita è stato osservato nella regione africana, dove l'aspettativa di vita ha guadagnato 9,4 anni e raggiunto i 60 anni, grazie soprattutto ai progressi nella sopravvivenza infantile, nel controllo della malaria e per l'accesso agli antiretrovirali per il trattamento dell'infezione da Hiv.

Il rapporto dell'Oms ricorda inoltre alcuni dati ed in particolare che ogni anno 303.000 donne muoiono a causa di complicazioni durate la gravidanza e il parto, che 5,9 milioni di bambini muoiono prima del quinto compleanno e che 4,3 milioni di persone decedono a causa dell'inquinamento atmosferico causato dai combustibili. Piu' di 10 milioni di persone muoiono prima dei 70 anni a causa di malattie cardiovascolari o cancro.

AIOM - Via Enrico Nöe, 23 - 20133 - Milano - tel. +39 02 70630279

© AIOM. Tutti i diritti riservati. P. I. 11957150151