ServiziMenu principaleHome
Home  /  Professionisti  /  Notiziario AIOM  /  Più informazione ai pazienti su obesità e rischio di sviluppare il cancro

Più informazione ai pazienti su obesità e rischio di sviluppare il cancro Contenuto nell'archivio del 2016

Il BMJ ha pubblicato i risultati di un sondaggio on line condotto dalla charity britannica Cancer Research UK che dimostra che tre adulti su quattro non sono consapevoli del legame tra l'essere in sovrappeso o obesi e la possibilità di sviluppare il cancro, ed ha pertanto sollecitato il governo ad agire per frenare l'epidemia di obesità, limitando ad esempio la pubblicità di cibo spazzatura rivolta ai bambini

Clicca qui per leggere la notizia sul sito ufficiale dell'AIFA (Pillole dal Mondo n. 1058)

Se è ben noto fra la popolazione che l'essere in sovrappeso può portare al diabete o a malattie cardiache, molto più scarsa è la consapevolezza del rischio di manifestare il cancro. Dal sondaggio emerge una discreta percezione comune sul legame fra obesità e possibilità di manifestare tumori dell’intestino, del fegato e del pancreas, ma non altrettanto è ritenuto, ad esempio, per il cancro della mammella, dell’utero o per il cancro ovarico.

L’obesità è responsabile di oltre 18 000 casi di tumore all'anno ed è la seconda causa più comune di cancro prevenibile dopo il fumo. I casi di cancro al seno sono aumentati del 65% negli ultimi 25 anni, come conseguenza di una serie di possibili cause, quali l'invecchiamento della popolazione e un minor numero di isterectomie. A questi però si aggiunge anche l’obesità: per ogni 5 kg / m 2 di aumento dell'indice di massa corporea il rischio di sviluppare il cancro aumenta di 1,6 volte.

Agire sulla prevenzione promuovendo stili di vita corretti è un imperativo per medici e operatori sanitari, esorta l’associazione.

AIOM - Via Enrico Nöe, 23 - 20133 - Milano - tel. +39 02 70630279

© AIOM. Tutti i diritti riservati. P. I. 11957150151