Notiziario AIOM

Farmaci permessi all’estero. Via libera all’importazione

Da CORRIERE DELLA SERA del 30-3-2017

Il ministero della Salute ha finalmente sanato una situazione diventata insostenibile. Con una circolare ha permesso l’importazione di farmaci autorizzati all’estero, ma non ancora in Italia. Vale per i medicinali prescritti dal medico curante e ordinati per posta e per quelli che il cittadino ha con sé al rientro dal Paese straniero. Un fenomeno che per ora ha una sola chiave di lettura. La caccia ai nuovi antivirali per l’epatite C prodotti in India sotto forma di copie, cioè non gli originali ma contenenti gli stessi principi attivi, dal minor costo. I pazienti non vogliono aspettare in Italia il loro turno per averli gratuitamente oppure non possiedono i requisiti clinici per essere curati con le nuove, costosissime terapie. Così si rivolgono a un altro mercato. Molti di loro sono stati bloccati alla dogana. «Abbiamo rimosso un ostacolo odioso sulla via della libertà e accesso alle cure», dice la ministra della Salute Beatrice Lorenzin. Le industrie non saranno contente. Hanno vinto i malati che hanno bisogno di terapie innovative, non solo per l’epatite C.

Di Margherita De Bac