Notiziario AIOM

SIPO: “I malati di cancro hanno diritto a interventi psico-oncologici qualificati”

La Società Italiana di Psico-Oncologia (S.I.P.O.) stigmatizza fermamente le affermazioni fatte dallo psichiatra Raffaele Morelli nella puntata del 14 gennaio u.s. di “Mattino Cinque”, in cui ha dichiarato di essere “contrarissimo agli psicologi nei reparti di oncologia perché gli oncologi sono dei grandissimi psicologi e psicoterapeuti”.

Tali affermazioni, espressione di una disinformata e disinformante opinione personale, sono destituite di ogni fondamento clinico-scientifico. Al contrario, la letteratura scientifica internazionale ha dimostrato che il disagio psicologico di pazienti e caregivers è parte del quadro clinico e psicosociale determinato dalle malattie oncologiche e che gli interventi psico-oncologici si sono dimostrati efficaci nel ridurre la sofferenza psichica dei malati di cancro e dei loro familiari nelle diverse fasi di malattia. La ricerca scientifica e la pratica clinica della disciplina Psico-Oncologia, sviluppatasi un tutto il mondo negli ultimi 50 anni, ha dimostrato la necessità di pazienti e caregivers di avvalersi di specifiche competenze professionali di medici e psicologi, specificamente formati negli interventi di psicoterapia in ambito oncologico e palliativistico, e integrati nei percorsi diagnostico-terapeutico assistenziali in oncologia.

La S.I.P.O. ricorda che la Federazione internazionale delle società scientifiche di Psico-Oncologia annovera 28 associazioni nel mondo (17 solo in Europa) con oltre 7000 membri. In ciascuna di queste nazioni sono attivi servizi specifici di psico-oncologia nei centri, istituti clinici e di ricerca oncologica. La Società Italiana di Psico-Oncologia, fondata nel 1985 contribuisce, in collaborazione con la Associazione Italiana di Oncologia Medica AIOM, alla stesura delle linee guida psicosociali in oncologia; con AIOM Fondazione al perfezionamento delle competenze comunicative degli oncologi; con la Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia FAVO allo sviluppo di documenti per corrette valutazioni e trattamenti delle dimensioni psicologiche dei pazienti oncologici; alla stesura del documento SIPO Standard, Opzioni e Raccomandazioni per una Buona Pratica PsicoOncologica, pubblicata nel 1998 e in una seconda edizione nel 2011; alla sottoscrizione dei principi di cura specifica psicosociale in oncologia come diritto umano (International Standard of Quality Cancer Care) della International Psycho-Oncology Society IPOS, firmata da 71 società psico-oncologiche e oncologiche, nonché dalla Union for International Cancer Control UICC. Infine, L’area specialistica Psico-Oncologia è inserita tra le discipline necessarie per la cura delle persone ammalate di cancro nel Piano Oncologico Nazionale Italiano del Ministero della Salute dal 2011.

Pertanto, la SIPO richiede fermamente di dare diffusione nella trasmissione in oggetto, di questo comunicato stampa o, in subordine, che venga garantito il diritto di replica pubblica alle affermazioni del Dott. Morelli per correggere tali errate informazioni e salvaguardare pazienti e familiari dalla diffusione di opinioni personali spacciate per conoscenze scientifiche.