Notiziario AIOM

AIOM: “Buon lavoro al Ministro della Salute Roberto Speranza”

La presidente Stefania Gori: “Il sistema sanitario deve saper rispondere ai bisogni dei pazienti oncologici”

Roma, 2 settembre 2019 – “Auguriamo buon lavoro al nuovo Ministro della Salute, Roberto Speranza. I pazienti oncologici rappresentano un vero e proprio esercito di persone, sono circa 3 milioni e 400 mila. Il sistema sanitario deve saper rispondere ai nuovi bisogni di questi cittadini. Serve una strategia unitaria per combattere il cancro che spazi dalla prevenzione, alle terapie, alla riabilitazione, all’accompagnamento di fine vita, all’umanizzazione dell’assistenza fino alla ricerca, in grado così di incidere a 360 gradi sull’impatto di questa patologia nel nostro Paese. Siamo pronti a collaborare con il nuovo Ministro per definire questo progetto. La nostra società scientifica mette in campo molti strumenti: dal Libro Bianco dell’Oncologia Italiana, alle raccomandazioni cliniche e metodologiche, alle 37 Linee Guida, alle Raccomandazioni sull’implementazione del test BRCA nelle pazienti con carcinoma ovarico, fino al volume sui ‘Numeri del cancro in Italia’, che presenta ogni anno il quadro epidemiologico dei tumori”. È questo il commento di Stefania Gori, presidente nazionale AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica), alla presentazione del nuovo Governo da parte del Presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte.

“La malattia sta diventando sempre più cronica grazie a armi efficaci come l’immuno-oncologia e le terapie a bersaglio molecolare che si aggiungono a chirurgia, chemioterapia, ormonoterapia e radioterapia – continua la presidente Gori -. Aspirare a elevati standard di prevenzione e di cura non risponde solo a ambizioni di progresso tecnologico e scientifico, ma anche di civiltà e di democrazia”.