Nazionali

Nuove prospettive nel trattamento delle neoplasie cerebrali

I mercoledì dell’oncologia

Webinar (No ECM), 8 febbraio 2023
dalle 17.00 alle 18.15

Scarica il programma

Per registrarsi clicca qui


I tumori primitivi del sistema nervoso centrale rappresentano, nel complesso, una malattia rara con un’incidenza stimata di più di 6000 diagnosi all’anno in Italia. Nonostante ciò, queste neoplasie restano un importante causa di mortalità oltre che d’invalidità, spesso permanente, comportando pertanto un non trascurabile impatto sulla spesa pubblica. Negli ultimi anni sono stati compiuti importanti passi avanti verso la comprensione molecolare e biologica di queste malattie. Questo ha nettamente migliorato l’inquadramento diagnostico di queste neoplasie permettendo inoltre una migliore stratificazione prognostica.
Oltre a poter classificare meglio questi tumori, la caratterizzazione molecolare di queste malattie offre nuovi promettenti sviluppi in termini di terapia personalizzata. Infatti nuovi target molecolari (BRAF, FGFR, BRCA1/2, NF2 etc.) sono stati identificati sia nei gliomi che in altri tumori clinicamente aggressivi come per esempio i meningiomi anaplastici ed i tumori della linea mediana.
Infine, nuove evidenze in merito alla composizione del microambiente tumorale sembrano ancora una volta rilanciare la possibilità di utilizzo di nuovi approcci terapeutici inclusi immunoterapia e combinazioni tra immunoterapia e terapia con nuovi target molecolari.