Notiziario AIOM

Una donna alla guida della ricerca

Da LA STAMPA del 15-12-2017

E’ emozionata ed orgogliosa per il riconoscimento ottenuto: un riconoscimento professionale, con un “di più”. Parche la dottoressa Roberta Rudà è stata eletta al recente Congresso Nazionale di Trento nuova presidente dell’Associazione Italiana di Neuro-Oncologia per i prossimi quattro anni. Non accadeva da vent’anni che il testimone passasse ad una donna: in pratica, da quando è nata l’Associaizone.

Insomma: un altro traguardo al femminile. «Mi fa piacere, anche perché in Europa le associazioni omologhe alla nostra sono guidate da uomini, ma le quote rosa non c’entrano – spiega -: sono lieta di essermi imposta in una disciplina prettamente maschile, che studio da vent’anni. Prima ancora, è un riconoscimento per la scuola di Torino».

Come si premetteva, siamo nel campo della Neuro-oncologia: «Disciplina che è cresciuta moltissimo. Dell’Associazione fanno parte neurochirurghi, neurologi, radiologi, patologi, tutte le professionalità utili per la cura dei tumori cerebrali».

Se è per questo, la dottoressa, che fa parte della Clinica Neuro-Oncologica delle Molinette ed è responsabile del Gruppo Interdisciplinare Cure Neuro-Oncologico della Città della Salute, ha coordinato una task force europea che ha redatto le linee guida sui Tumori Ependimali (sottogruppo dei tumori cerebrali) pubblicate sulla rivista scientifica Neuro-Oncology.

di Alessandro Mondo